Sicurezza dei servizi


Aggiornamento
Aprile 2013

In seguito alla pubblicazione del Programma dei lavori della Commissione per il 2013 e alla successiva pubblicazione della sua lista di iniziative per il 2013, la Commissione dovrebbe pubblicare una Carta verde sulla sicurezza dei servizi per luglio 2013. La Carta verde si concentrerà sulla sicurezza dei servizi, ivi compreso il settore turistico. La carta si applicherà a parchi di divertimenti, strutture di alloggio a pagamento (ad es. hotel, campeggi, ecc.), attività organizzate all’aperto e piscine.

Questa Carta verde non avrà carattere legislativo e individuerà le visioni dei fornitori sulle possibili misure future da applicare alla sicurezza nei servizi.

Aggiornamento Aprile 2011

La Commissione europea sta prendendo in considerazione la pubblicazione di una carta verde sulla sicurezza dei servizi nel 2012. Nessuna decisione è stata ancora presa su quali servizi potrebbero essere coperti da una legislazione futura, ma la ricettività turistica è una di quelle che verranno sicuramente prese in esame.
L'Associazione delle agenzie di viaggio britanniche (ABTA) è stata particolarmente attiva di recente nei suoi sforzi per promuovere le norme europee per la sicurezza degli alloggi. Attualmente, gli Stati membri sono responsabili di definire le rispettive esigenze nazionali. L'unico provvedimento europeo è un insieme di linee guida (una “raccomandazione”) risalente al 1986. Citando sgradevoli episodi capitati in alloggi utilizzati in alcuni pacchetti viaggio, ABTA sostiene che una nuova legislazione europea è necessaria per garantire la sicurezza dei viaggiatori.

Questo dibattito è ancora in una fase molto precoce e dovrà essere tenuto sotto controllo per eventuali sviluppi che interessano i membri IAAPA. Potrebbe, però, durare un anno o due. Le carte verdi sono documenti di consultazione esplorativa. La fase successiva del processo legislativo è in genere una “carta bianca” contenente proposte politiche.