Sicurezza Degli Alloggi

Giugno 2012

La Commissione Europea ha annunciato la sua intenzione di rivedere la raccomandazione europea del 1986 sulla sicurezza antincendio negli alberghi. Tale intento fa seguito al seminario di gennaio del Parlamento europeo sulla sicurezza nelle strutture ricettive. Il processo è iniziato a metà giugno.

La raccomandazione del 1986 definisce i requisiti tecnici minimi per garantire la sicurezza antincendio negli alberghi e in altre strutture simili. L’idea adesso è aggiornare il testo "per tenere in considerazione aspetti [della sicurezza antincendio degli alberghi] attualmente mancanti o che necessitano di miglioramento". Ciò avrà luogo in parte basando i nuovi requisiti su una metodologia sviluppata da Hotrec per conto dei suoi membri: la metodologia MBS (management, building, systems).

Si fa notare che questa iniziativa non interessa sistemazioni self-catering o campeggi.

Febbraio 2012

Dovrebbero esserci norme comunitarie più forti che disciplinano la sicurezza delle strutture ricettive? Questo è stato il tema di un seminario tenutosi di recente al Parlamento europeo e la Commissione europea sta pianificando di rilasciare un documento di consultazione sulla sicurezza dei servizi - tra cui ricettività turistica - nella UE entro la fine dell'anno.

Su iniziativa dell'Associazione britannica degli agenti di viaggio (ABTA) e dell'ANEC, l'organismo dei consumatori europei specializzato in questioni di standardizzazione, il Parlamento europeo ha tenuto, il 31 gennaio, un seminario sulla sicurezza degli alloggi.

Punto di partenza per l'organizzazione del meeting è stata un'iniziativa congiunta di ABTA e ANEC affinché la UE intraprenda azioni sulla sicurezza antincendio delle strutture turistiche. Già da tempo entrambe le organizzazioni lavorano separatamente su questo tema. Recentemente, insieme a un gruppo di eurodeputati, hanno scritto al commissario europeo responsabile della sanità e della politica dei consumatori, John Dalli.

Contesto

Attualmente l'unica legislazione europea in materia di sicurezza antincendio nelle strutture turistiche (eccetto le direttive su salute e sicurezza sul posto di lavoro) è rappresentata da una "raccomandazione" che risale al 1986 e delinea alcuni criteri minimi per gli alberghi. In quanto "raccomandazione", può solo offrire consigli e non ha valore giuridico. ABTA e ANEC vorrebbero vederla sostituita da uno strumento normativo esecutivo.

HOTREC, l'organismo europeo delle strutture ricettive, ha risposto alle preoccupazioni riguardanti la sicurezza antincendio sviluppando una propria metodologia MBS (Management, Building and Systems) atta a "aiutare gli hotel di tutte le dimensioni in tutta Europa a raggiungere un alto livello di sicurezza antincendio, a supporto delle normative e degli standard regionali/nazionali e locali". Tale metodologia è molto rispettata, anche da ANEC, ma è pursempre volontaria. ANEC, ABTA e alcuni eurodeputati vogliono una vera legislazione.

La Commissione ha finora respinto le richieste di una normativa in tal senso in Europa, ma ora sembra aver cambiato idea. Avendo proposto una nuova direttiva sulla sicurezza dei prodotti, la Commissione sta ora considerando la possibilità di adottarne una sulla sicurezza dei servizi che potrebbe includere le strutture ricettive (e presumibilmente non solo gli hotel). Il prossimo passo sarà la pubblicazione di un Libro Verde sulla sicurezza dei servizi e una consultazione pubblica a questo riguardo.

Risultato dell'incontro

• L'idea generale è stata che l'autoregolamentazione non è di per se' sufficiente.

• Il funzionario della Commissione europea presente all'incontro ha annunciato che la Direzione Generale per la Salute e la Sicurezza dei consumatori pubblicherà, nel corso di quest'anno, un Libro Verde sulla sicurezza dei servizi al consumatore. La sicurezza delle strutture ricettive sarà inclusa in questa consultazione, e l'intenzione è quella di allegare la metodologia MBS al Libro Verde.

• Verrà istituito anche un gruppo di lavoro sulla sicurezza delle strutture turistiche ricettive. Tale gruppo si riunirà a giugno.

• L'idea che siano necessarie più informazioni riguardanti incidenti sanitari o di sicurezza nelle strutture ricettive in tutta l'UE è condivisa dai presenti.