Legislazione sulla sicurezza

I Parchi di divertimento europei sono soggetti a uno o più livelli di verifiche indipendenti, che comprendono le autorità nazionali, le assicurazioni, consulenti sulla sicurezza privati. La normativa sulla sicurezza varia tra i vari stati membri - Tuttavia, come regola generale, parchi divertimento e parchi a tema operano sotto rigidi sistemi di controllo interni ed esterni.

Di seguito sono elencati alcuni esempi di normative nazionali di sicurezza di paesi europei. L'approccio varia da paese a paese - tuttavia le attrazioni sono disciplinate da regolamenti di sicurezza complessi e rigorosi, riguardanti sia il pubblico che gli operatori addetti.

Belgio

In Belgio, la sicurezza delle giostre è regolata in base alla legge del 9 febbraio 1994, relativa alla sicurezza dei prodotti e dei servizi (in attuazione delle direttive UE sulla sicurezza dei prodotti). Questo regolamento è stato ulteriormente elaborato nel regio decreto (AR), del 10 giugno 2001 sulle attrazioni.

Il proprietario di una giostra ne è il responsabile per la sicurezza. Il proprietario deve assicurarsi che tutte le disposizioni che riguardano la sicurezza della giostra vengano rispettate attraverso, compresa l'analisi dei rischi, tutte le necessarie misure di prevenzione, segnaletica adeguata, controlli e manutenzione. A questo proposito si fa riferimento alla EN 13814 e altre norme europee pertinenti.

Il proprietario deve tenere un registro di manutenzione e riparazione dell’attrazione, che sia giornaliera, settimanale, mensile o annuale. Ogni anno, l’attrazione deve essere esaminata ed approvata da un organismo di ispezione indipendente, accreditato dal governo belga.

Danimarca

In Danimarca le giostre sono sotto la giurisdizione della Polizia Nazionale e sono disciplinate dalla Comunicazione nr. 502 del 17 giugno 2005, relativa divertimenti pubblici (legge nr. 444 del 9 luglio 2004), modificata dalla Comunicazione 646 del 26. di giugno 2009.

Lo schema di sicurezza danese è quasi identico a quello del sistema svedese, il che significa che:

→ Tutte le giostre devono essere ispezionate ed approvate da un organismo indipendente di controllo, autorizzato dalla Polizia e certificato da DANAK.

→ tutte le ispezioni devono essere effettuate in conformità con la Norma Europea EN 13814, nonché altre pertinenti norme EN.

→ Tutte le attrazioni devono essere costruite in conformità con i codici danesi sugli edifici così come secondo la legislazione ambientale.

→ Tutte le giostre devono essere costruite e gestite in conformità con le leggi nazionali sulla salute e la sicurezza.

La legislazione danese è attualmente in revisione. Gli aggiornamenti includeranno requisiti più precisi, del tipo: una formazione per gli operatori, log-book obbligatori, nonché le procedure di ispezione.

Francia

Una nuova legge in materia di sicurezza delle attrazioni è stata approvata 13 febbraio 2008 (Loi n ° 2008-1369). La cosa fondamentale della legge è che riconosce la possibilità per un parco di attuare i propri sistemi di controllo interni e di presentare i risultati delle ispezioni ad un organismo di ispezione indipendente, autorizzato dal governo:

→ Tutte le attrazioni per parco fisso e quelle itineranti devono essere progettate, costruite, installate, utilizzate e gestite in modo sicuro.

→ I sistemi di controllo e di manutenzione interni ai parchi saranno approvati da un organismo di controllo e verifica indipendente.

→ Il nome dell'organismo di controllo indipendente dovrebbe essere esposto, cosi’ come la data di ultimo controllo della giostra.

→ Una relazione annuale è presentata dal governo al Parlamento, relativa alla situazione della sicurezza del settore.

La legge è stata approvata - Tuttavia si sta ancora lavorando per sviluppare un decreto attuativo che stabilisca le condizioni di come applicare la legge.

SNELAC - l'associazione francese di attrazioni - è in contatto con il governo in merito all'attuazione della legge in quanto la legge è in vigore, ma i proprietari non hanno ancora tutti i mezzi per poterla applicare. SNELAC sta attualmente lavorando su un sistema di certificazione, che migliora ulteriormente le norme di sicurezza in Francia.

Germania

La normativa in materia di giostre deriva dalle leggi sulle costruzioni, in vigore negli Stati federali della Germania. Un certo numero di codici sugli edifici sono applicati tramite queste leggi. Tra queste è lo standard DIN 4112, la regola tecnica che viene applicata a tutte le giostre.

Tutti i requisiti essenziali della norma DIN 4112 sono contenute nella EN 13814. La DIN 4112 sarà presto sostituita dalla EN 13814. In realtà i requisiti della norma EN 13814 sono più particolareggiati o più aggiornati rispetto alla DIN 4112, e devono essere presi in considerazione già in fase di progettazione.

VDFU - l'Associazione tedesca dei parchi di divertimento e attrazioni - ha commissionato un manuale per assicurare che i suoi membri soddisfino tutti i requisiti di legge sulla sicurezza.

Italia

In Italia, la sicurezza delle attrazioni è disciplinata da una nuova legge,il D.M. 18 maggio 2007 “Norme di sicurezza per le attività di spettacolo viaggiante”, in vigore dal dicembre 2007.

Lo scopo principale del nuovo decreto D.M. 18-05-2007 è quello di registrare tutte le attrazioni in Italia - per le nuove attrazioni, prima di metterle in servizio, e per quelle esistenti prima di dicembre 2009. Per ottenere la registrazione e il numero di identificazione è necessario presentare alle autorità locali una documentazione tecnica composta da:

→ relazione tecnica rilasciata da un tecnico indipendente abilitato o ente di certificazione accreditato

→ Log Book dell'attrazione

→ Manuale di Uso e manutenzione dell'attrazione.

Tutti i documenti devono essere in italiano o tradotti in italiano. Come parte dei requisiti tecnici le giostre devono rispettare lo "stato dell'arte", significa che devono conformarsi alla Norma Europea (EN 13814), ma anche alle normative internazionali, come la ASTM, se alcuni requisiti non sono coperti da quella europea.

Se un'attrazione usata è importata da un altro paese, si applicano alcune regole speciali a seconda del paese.

Norvegia

In Norvegia, tutte le giostre devono essere ispezionate ed approvate dall'Ufficio Nazionale delle Tecnologie di Costruzione ed Amministrazione, la cui autorità è stata delegata al Det Norske Veritas (DNV). Le giostre sono disciplinate dalla legge 1991/06/07, no. 0.024 così come Notifica 1992-05-15-0339.

Inoltre, una guida dettagliata per il montaggio e il funzionamento dei dispositivi di divertimento a partire dal 2002 costituiscono il quadro di riferimento per il sistema norvegese di sicurezza, che include un riferimento generale alla EN 13814, ma comprende anche le linee guida su – altri aspetti come - segnaletica, sicurezza antincendio, rumore, barriere e procedure per la manutenzione.

Prima che le giostre siano messe in servizio, devono essere sottoposte ad una procedura di approvazione da parte del DNV, compresi progettazione, l'esame tecnico della costruzione, la valutazione dei rischi ed i test operativi.

Quando l'attrazione è in funzione, l'operatore la deve mantenere in base a tutti i requisiti del produttore, nonché del DNV. Tutta la manutenzione ed i controlli sono registrati in appositi registri (log book). DNV svolge ogni anno le ispezioni tecniche, nonché il controllo costante di tutte le manutenzioni, i controlli sanitari e le procedure di sicurezza.

Dal 2008 tutti i rapporti di ispezione DNV sono accessibili al pubblico.

Svezia

In Svezia, le giostre per parchi permanenti sono sotto la giurisdizione della Polizia Nazionale Svedese (FAP 513-1). Tutte le attrazioni devono essere ispezionate ed approvate da un organismo indipendente di controllo, autorizzato dalla Polizia e certificato da SWEDAC - sia in fase di installazione e primo utilizzo, sia successivamente durante gli esami annuali.

I certificati delle ispezioni, che permettono l’uso delle attrazioni, devono essere visibili per tutti gli utenti della giostra. Tutte le ispezioni svolgono in conformità con la SS-EN 13814:2005, che è identica alla norma EN 13814 (però con alcune integrazioni), nonché tutte le norme EN pertinenti, le norme riguardanti gli impianti elettrici, di sicurezza antincendio, ecc.

Inoltre tutte le attrazioni devono essere costruite in conformità con i codici svedesi sugli edifici, così come secondo la legislazione ambientale. Infine, le giostre devono essere costruite e gestite in conformità con le leggi nazionali in materia di salute e la sicurezza, il che significa, tra l'altro, che le valutazioni del rischio devono avvenire per tutte le procedure di lavoro

Come parte del sistema svedese di sicurezza, gli operatori delle giostre devono tenere un registro su cui annotare tutte le manutenzioni, nonché le ispezioni interne. Questo registro è accessibile all’organismo indipendente di controllo come pure alle autorità pubbliche.

Regno Unito

Nel Regno Unito le giostre per parchi permanenti sono regolamentate dalla " The Health and Safety at Work etc Act 1974 (HSW Act)" e da una serie di altre indicazioni sulla salute e la sicurezza contenute in successivi regolamenti che coprono tutto, dalla fornitura e l'uso delle attrezzature di lavoro fino alla discriminazione dei disabili.

Questa normativa è sostanziale vincolante per fiere e parchi di divertimento: “Guidance on safe practice (HSG175) “ tratta la sicurezza dei datori di lavoro, dei dipendenti e del pubblico in generale nelle sagre, fiere e parchi di divertimento, e fornisce consigli sulle misure per controllare i rischi in materia di attrazioni, compresi la progettazione, il funzionamento, la manutenzione, le riparazioni e modifiche delle attrazioni.

Uno dei capisaldi delle misure di sicurezza del Regno Unito è " The Amusement Devices Inspection Procedures Scheme (ADIPS)" che comporta una serie di controlli pre-utilizzo e di sopralluoghi in servizio, e si applica a tutte le attrazioni. ADIPS comprende:

→ Tutti i tipi di ispezione necessarie per le attrazioni;

→ registrazione e controllo amministrativo degli organismi di controllo;

→ Documentazione richiesta da parte degli operatori delle attrazioni;

Le associazioni di settore hanno deciso che solo gli organismi di controllo registrata con ADIPS dovrebbero effettuare l'ispezione e la certificazione delle attrazioni.